Gruppo di Gesù logo
Chi siamo

Presentazione

Il Gruppo di Gesù è l'incontro con la Misericordia di Dio, che si manifesta come amore incondizionato per ogni uomo e donna che soffrono sia nel corpo che nello spirito. La preghiera e l'incontro sacramentale con il Signore alimentano la consapevolezza della benevolenza di Dio per l'umanità e la chiamata alla conversione.

Per questo l'esperienza che si vive nel Gruppo di Gesù è per tutti. Nessuno è escluso e ciascuno è chiamato in quanto uomo e donna amati dal Signore e bisognosi della sua salvezza totale.

Il Gruppo di Gesù, nato nel 1998, è un dono dello Spirito Santo alla Chiesa, luogo dove la Misericordia di Dio si manifesta. È un'esperienza spirituale vissuta nella fedeltà alla Chiesa, caratterizzata:
- dall'ascolto della Parola di Dio;
- dalla celebrazione dell'Eucaristia;
- dalle benedizioni;
- dalla preghiera di guarigione spirituale e fisica, di intercessione, di consolazione e di liberazione.

È condotto da Renata Quarantelli Vivian e da alcuni Sacerdoti che, dopo la scomparsa di Don Antonio Niada avvenuta il 6 marzo 2017, si avvicendano.
È nato per pregare per tutte le persone bisognose della Misericordia del Signore, soprattutto i bambini.

Due date fondamentali nella storia del Gruppo di Gesù:

9 ottobre 1998: inizia il cammino nella Parrocchia Santo Spirito di Milano, con un gruppetto di persone che con Renata accolgono l'invito a pregare, nella cappella dedicata allo Spirito Santo.

7 maggio 1999: incontro di Renata con Don Antonio. Nasce un'intesa spirituale che permetterà all'esperienza iniziale di consolidarsi gradualmente e precisarsi sempre più come chiamata a vivere il ministero della preghiera per i sofferenti, soprattutto per i bambini.

Il logo del Gruppo

Il logo del Gruppo di Gesù

Il Giglio, simbolo del Gruppo di Gesù, è stato elaborato da suor Paola e suor Anna.

Questo giglio nasce dalla Croce di Cristo.
Al centro vi è la lettera G ad indicare sia Gesù sia il Gruppo.
I pistilli del fiore sono formati dalle iniziali di quelle virtù che ogni cristiano dovrebbe vivere, in particolare chi desidera essere del gruppo di Gesù, vale a dire: la FEDE, l’OBBEDIENZA, la CARITÀ, l’UMILTÀ e la SPERANZA.

Sono virtù vissute particolarmente da Gesù e Maria.

La FEDE: nel Padre, incrollabile sia in Gesù che in Maria.
L’OBBEDIENZA: al Padre, fino alla Croce per Gesù e fino all’eroicità in Maria.
La CARITÀ: l’amore al Padre e del Padre in Gesù è stata massima sulla croce, così anche in Maria.
L'UMILTÀ: Cristo si è abbassato fino a divenire uno di noi, Maria è l’umile ancella.
La SPERANZA: è la confidenza e l’abbandono filiale al Padre che tutto può.

FEDE SPERANZA e CARITÀ sono virtù teologali

Le iniziali della parole, che costituiscono le virtù, e che sono i pistilli del fiore, formano la parola FOCUS che vuole richiamare il fuoco dello Spirito Santo.
Alla croce, che nella parte inferiore fa da gambo al giglio, si avvinghia il serpente che vuole attaccare e distruggere l’uomo, ma è reso impotente da Gesù.