Gruppo di Gesù logo

Messaggi 2009

Il primo venerdì di ogni mese, attraverso Renata, il Signore dona al Gruppo di Gesù i Suoi Messaggi perché siano ascoltati e vissuti, così da realizzare l’Opera del Signore, come da Lui richiesto.

S. Messa del 4 dicembre

Figli miei, sono il Signore e vengo a voi per guidarvi nel programma divino, in grado di cambiare il vostro cammino. Troppo spesso vi incamminate su strade sbagliate, non tracciate dal Signore. Dobbiamo seguire lo stesso percorso, perciò non manchi mai in voi un buon discernimento per capire se la strada scelta è quella indicata da Dio. Io credo che il vento dello Spirito santo spezzerà ogni dubbio, mentre la luce del Signore vi illuminerà e vi darà la certezza di ciò che è giusto fare. Non vi fate ingannare, nulla può esservi d'aiuto se non viene dall'Essenza divina. Dio vi ama, Dio vi chiama, ascoltate il suo richiamo e non fatevi trovare distratti; ascoltate la sua voce e fatevi guidare. Avete percorso molta strada e spesso vi siete fermati ad ammirare le meraviglie che satana vi presentava per ingannarvi e farvi cadere nella sua trappola. Attenti, figli miei, non tutto è oro ciò che luccica, ma se non state all'erta, vi porterà verso un dirupo e, prima che possiate rendervene conto, avrete già toccato il fondo. Ci sono cose che dovete ben conoscere e sono l'amore, la carità e la bellezza del perdono, per imparare a donare e ricevere. Dio ama e passa da voi questi doni per aiutare chi ne ha bisogno. Siate sempre disponibili al Signore, non fate lavorare l'orgoglio, ma date spazio all'amore. Dio è Amore e l'amore sempre vincerà: nulla verrà cancellato di ciò che da Dio verrà tracciato. Siate sempre ricchi di fede, lasciate aperto il vostro cuore perché la Misericordia del Signore possa distruggere ogni radice del male. Spesso commettete gli errori più semplici, ma che diventano gravi per la vostra mancanza di umiltà e il desiderio di primeggiare e, così, non vi sentite in dovere di riparare. Siamo in Avvento, figli miei, tempo di attesa e di grazia. Pentitevi e preparate il vostro cuore all'arrivo del Signore come Bimbo divino che porta pace e amore. Siate benevoli l'un l'altro e date spazio al perdono. Così vuole il Signore e, la Madre celeste, sarà per voi grande intercessore. Pregate, pregate figli miei, pregate e l'amore del Signore riscalderà il vostro cuore.

S. Messa del 30 ottobre

Figli miei adorati, non temete. Presto il raccolto verrà messo al riparo, se nel vostro cuore ci sarà spazio per il Signore, ma troppo donate a voi stessi e poco alla Vergine Madre che intercede continuamente per voi. Avete fatto un buon raccolto con l'aiuto del Signore, ma tutto andrà sparso come foglie al vento se non mettete un'icona d'amore dentro al vostro cuore. Io, Dio, vi sto parlando: non restate in silenzio con l'attenzione altrove.
Non piangete se poi vedete sperperato tutto ciò che avete accumulato.
Non dimenticate che solo il Signore può aiutare; questo lo dovete capire e ricordare. Nulla può avvenire se non prendete la mano che lo Spirito del Signore vi tende continuamente in ogni momento. Avete bisogno di illuminazioni e l'Angelo custode ve le dona, ma non sempre le ascoltate. Non dimenticate che quando ci si allontana dalla presenza del Padre spesso le strade buie, tortuose e dissestate, diventano incubi e poco conta la furbizia e l'intelligenza figlio mio. Satana è li vicino e cerca di portarti lontano dal Divino. Non farti ingannare dal sorriso angelico, lui è angelo, ma demonio e solo il tuo male desidera. Figli miei, solo la fede, se profonda, guarirà le vostre ferite e le vostre sostanze resteranno al riparo. Io Dio, voglio il benessere dell'anima e del corpo, ma non tollero questa distruzione che vedo intorno a voi per mancanza di amore e rispetto umano. Molti piangono e, quelli che ridono, se lontani dal Signore, finiranno per piangere con più dolore. Voglio il sorriso, voglio la gioia e la fede dentro ai cuori. Non dimenticate che Dio porge ad ognuno di voi tutto ciò che serve, ma, figlio mio, se ti allontani dalla luce e solo buio è intorno a te, tutto questo non può portare che morte. Prega, figlio mio, perché la tua preghiera diventi arma potente per fermare la collera del maligno. Molte delle divisioni che avvengono nel mondo portano la sua firma e molte lacrime, la sua furia. Io vi amo, figli miei e vi prometto l'aiuto divino se porterete fede, speranza e carità al vicino, per liberare il suo cuore dalla presenza del maligno. Molto è l'amore del Signore e forte la sua presenza accanto a voi. Non perdete occasione per ricevere la Misericordia: sarete trasformati e la luce di Dio vi illuminerà il cammino. Pregate, figli miei, pregate, perché la vergine Madre sia Lei a bussare al Cuore divino!

S. Messa del 2 ottobre

Figli miei è festa grande ogni volta che ci si incontra, ma non in uno spazio terreno, bensì nel mio e nel vostro cuore. Ci sono momenti magici in cui il Cuore di Gesù e quello dei suoi figli si annullano e battono in modo univoco e l'amore del Signore si unisce al vostro e diventa una cosa sola. Io, Dio, vorrei che ciò avvenisse in ogni momento per potervi trasmettere tutto l'amore del Signore e i messaggi divini in grado di guidare il vostro cammino. Figli miei nulla può avvenire senza il mio aiuto, ma se non lo chiedete, spesso non capite quanto grande sia la presenza di Dio nella vostra vita. Spesso pensate che basti essere furbi o intelligenti per ottenere tutto ciò che serve e, se la fortuna ti assiste, anche di più. NO! Figli miei se non vi appoggiate al bastone di Dio che è lo Spirito Santo, poco otterrete e spesso, ciò che avete lo perdete. Chiedete con fede e donate con amore e tutto questo passerà dal Cuore del Signore e, purificato, a voi moltiplicato, ritornerà. Spesso commettete l'errore di non osservare l'opera del Creato e pensate di non aver bisogno di aiuto divino: "La scienza può arrivare lontano e donare all'uomo quelle informazioni tanto utili per sentirsi forti e in grado di dominare il mondo". Povero chi pensa così, perché ricca è la storia scritta dall'uomo, ma grande è l'opera creata da Dio; altrimenti nulla ci sarebbe stato! Questo devi capirlo, figlio mio, te lo dice Dio. Spesso cercate gloria donando comunque carità e amore, recandovi in luoghi dove la sofferenza regna più che altrove. Ma ricordate, figli miei, che la sofferenza è anche ai piedi di casa vostra. Non disdegnate di vedere l'opera del maligno nel dolore del vicino, tendete anche a lui la mano senza cercare gloria, ma in cambio riceverete ricchezza d'amore dal Signore. Donate carità e amore dove sta il dolore e la sofferenza di qualunque origine sia. Non correre figlio mio sempre lontano per cercare ciò che già a te sta vicino. Ovunque vai sofferenza trovi ma, se a Dio chiedi aiuto, lo Spirito Santo ti illuminerà e ti porterà dove al tua carità più necessaria sarà. Tu non sai quanta sofferenza regna in ogni cuore. Io, Dio, ne conosco il peso e la misura e porto per mezzo di voi, canali del Signore, la medicina che può aiutare: il suo nome è Misericordia. Imparate ad amare. Imparate a donare e l'amore del Signore vi ricompenserà!

S. Messa del 3 luglio

Figli miei cari, la mano del Signore è su di voi per guidarvi, ma l'amore del vostro cuore spesso perde il ritmo che serve al Divino Amore. Ama, figlio mio come ti ama il tuo Dio, dona ai fratelli la gioia nel cuore che da te passa il Signore, non stancarti di servire il tuo Dio nel fratello che soffre, ma impara a capire se necessita di amore o di dottori. Spesso a te si rivolge perché disperato e solo, ma, poca carità trova, se tu non predisponi a tutto questo il tuo cuore. Figlio mio, c'è bisogno di donare per poter in seguito da Dio ricavare la pietà e la misericordia, in grado di perdonare gli errori che nel passato ti hanno macchiato.
Dio ti perdona e ti purifica se in te trova l'amore e la carità da donare a chi bisogno ne ha.
E' bello pensare al fratello e pensare cosa per lui poter fare.
Dio ama in te e per mezzo di te dona misericordia per guarire e liberare dalla sofferenza che il maligno porta verso di voi.
Figlio mio, il mondo trema per il troppo odio che spesso guerre scatena. Prega la Vergine Madre perché interceda presso il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo: gravi sciagure potrebbero avvenire se nei cuori non troverà spazio l'amore.
Abbiate più grande in voi il desiderio di cambiare e dal vostro Angelo Custode farvi guidare. Nulla è impossibile se lasciate aperta la mente verso la guida divina; mai da voi Dio si allontana, ma se non c'è richiamo e non c'è desiderio, poco potrà fare per un cuore che non è in grado di donare.
Non permettere a satana di seminare in te l'odio e la superbia e di distruggere tutto ciò che la Misericordia ha compiuto dentro di te; lui vuole farti camminare su quei prati erbosi sempre scivolosi.
Nessuna scarpa regge e il precipizio è lì che ti aspetta.
Ascolta la parola del Signore che ti chiama e ti vuole libero dentro al suo Cuore: Dio ti ama, ti sorregge e per la vita ti accompagna. Prega, figlio mio e lo scudo di Maria, la Vergine Madre, dal male ti proteggerà.

Messaggio del 3 luglio

Figli miei cari, sono all'arrivo insieme a voi.
Molto è stato il cammino fatto e molto dovremo ancora camminare; nulla verrà cancellato, perché tutto nel tempo rimarrà stampato. Molte opere Dio ha preparato, ma poche da Lui totalmente guidate. Qui ci sta ubbidienza e la fede di credere, fermamente credere che nulla va contestato, perché tutto da Dio preparato. Voglio ubbidienza e la precisa volontà di volere servire il Signore. Solo così, da un granellino di sabbia spunterà una rosa rossa come il colore dell'amore.
Vi ho chiamati e in tanti siete venuti, ma non tutti ancora hanno capito che, se quest'Opera grande diventerà è perché ubbidienza in voi regnerà.
C'è popolazione in cammino verso le Opere del Signore e Io voglio donare loro tanto amore.
Dovrete imparare a dare e poi ancora dare, per poter ricevere dal Signore. Voglio vedere un ambiente sano e pieno di carità: voi tutti siete in grado di fare tante cose se vi lasciate guidare dallo Spirito del Padre. Serve fedeltà, amore e carità per poter creare ciò che vi chiede il vostro Dio.
Voglio vedere cancellata la sofferenza, perché nulla è impossibile se la mano di Dio le porte aprirà.
State attenti alla Parola del Signore: Io vi guiderò e insieme quest'Opera, grande porteremo. C'è bisogno di manualità, intelligenza e carità. Nulla verrà a mancare se, come già detto dal Signore, vi farete guidare.
La mano di Dio è su di voi. Vi guida e riporta verso la luce.
Nulla andrà perduto, tutto ricuperato e poi ancora usato.
La Vergine Madre con voi lavorerà.
Pregate, pregate figli miei e tutto si avvererà!

Messaggio per i Tre Giorni (18-19-20 giugno)

Figli miei adorati, il mondo è invecchiato, ma, come sempre, la mano del Signore continua a guidarvi anche nei momenti in cui dimenticate che Lui è sempre presente.
Dio vuole la vostra salvezza e lotta per portarvi sulla giusta via. Nulla di ciò che fate resta a Lui sconosciuto, perciò ricordate che il bene e il male restano segnati. Molto resta stampato anche nel vostro cuore per darvi la possibilità di rimediare e non ricadere negli stessi errori.
Dio vuole la vostra salvezza, ma per guadagnarla, bisogna lasciare aperto il cuore agli insegnamenti del Signore.
Siate attenti ai segnali divini, ben diversi dai sibilii maligni.
Dio vuole donarvi la vita, satana la morte: da lui, solo rovina potete ottenere, non lo dimenticate!
Figlio mio, lascia che il Signore ti guidi, non rimanere indifferente agli insegnamenti che anche gli Angeli ti trasmettono con illuminazione divina.
Dona amore e amore riceverai, perché il seme che alla nascita ho messo nel tuo cuore, solo tu lo puoi far germogliare.
Dona il tuo cuore al Signore e lasciati usare, lascia che l'amore che da te passa il Signore, consoli tanti cuori.
Dio ha bisogno di te per aiutare i tuoi fratelli; non dimostrare indifferenza davanti alla sofferenza, perché Io, Dio ne faccio parte.
Figli miei molto è stato fatto e molto resta da fare per questo mondo che, a volte, appare crudele per la mancanza di amore, di carità e gioia nel cuore, ma se dal Signore vi fate guidare, quanto amore ai fratelli potete donare!
Figlio mio sentiti degno di lavorare per il Signore perché, se in te errori ci sono stati, molto verrà cancellato se offrirai il tuo aiuto e le tue capacità, dando disponibilità al Padre di usarti per le sue necessità.
Dio chiede il tuo aiuto e tu rispondi con la carità, l'amore e il desiderio di servire il Signore.

S. Messa del 5 giugno

Sono lo Spirito del Signore e parlo a voi, figli miei, perché Io sono in Lui e Lui è in me. Ricevete misericordia e per opera del Signore siete pieni di Spirito Santo perché, trasformati, sarete usati come strumenti di Dio per donare carità e amore. Ci sia amore in ogni vostra azione e gestite la vostra vita con la guida dello Spirito del Signore, così sarete trasportati in luoghi e strade nuove, dove la mano di Dio opererà con voi. Fatevi usare, lasciatevi plasmare, Dio vi ama e ha bisogno di voi. Io sono il Signore, voglio ubbidienza, con umiltà e prove di coraggio, perché l'azione venga sempre dal cuore e porti verso i fratelli tanto amore. Ci sono momenti difficili, dove la mano di Dio può aiutare a superare le difficoltà del momento.
Figlio mio, se ti chiamo, non fermarti, ma lascia che il mio Spirito ti guidi verso di me: sono certo che la presenza di Dio dentro di te trasformerà la tua vita.
Impara ad amare anche il nemico, domani potrebbe diventare per te un grande amico se nel suo cuore lo Spirito del Signore riuscirà ad entrare. Tu continua a pregare perché lui possa cambiare. Anche di lui ha bisogno il Signore.
Piena sia la Terra dello Spirito di Dio e pieno il vostro cuore della gioia del Signore.
Domani è un altro giorno, ma se la mano del Padre, con la benedizione del Figlio e l'effusione dello Spirito Santo non sarà in voi, poco cambierà e i problemi resteranno presenti come ad un appello scolastico.
Figlio mio non desistere, continua a cercare il tuo Dio, perché Io sono qui accanto a te e aspetto solo di sentire il tuo richiamo. Pronuncia il mio Nome, il nome di Gesù e tutto cambiato sarà, perché Gesù vive, Gesù ama, Gesù dona!

S. Messa del 17 maggio

Festa per i dieci anni del Gruppo di Gesù
Questo è il giorno del Signore e Io, Dio, sono qui con voi, figli miei, per festeggiare questo incontro voluto dal Signore.
Abbiate fede e gioite, perché l'Opera del Signore sta camminando insieme a voi, portata dagli Angeli verso la strada che il Padre chiede. Vi ho chiamati, voluti, preparati.
Molti non hanno creduto e se ne sono andati, ma la Mano di Dio ha continuato a cercare tra i suoi figli e chiamare chi usare per l'Opera che vuole creare.
Siate generosi, donate amore e amore riceverete, lasciatevi guidare, camminate insieme al Signore per portare grande ciò che Dio Padre chiede ma, per far questo, serve volontà, ubbidienza ed umiltà. Solo così il Signore potrà usarvi.
Nessuno pensi di valere più dell'altro, nessuno cerchi di alzarsi per mostrare il suo volto: mostrate il vostro cuore, dove serve carità e amore. Non lasciatevi trascinare dal desiderio di prevalere, ma trascinate i fratelli, che fanno fatica a capire, come servire il Signore.
Dio vi ama e vi chiama come operai di Cristo. Donate e tanto riceverete: non lesinate davanti al fratello che soffre!
Figlio mio, lasciati usare dal tuo Dio come canale per riversare misericordia e guarire il dolore con la gioia del Signore.
Figli miei, satana vuol distruggere ciò che Dio crea, ma se non ascoltate quel sibilo incantatore, che cerca di frenare in voi il desiderio d'amore che vi spinge verso il Signore, nulla può fare.
Il Signore vi chiama, il Signore vi vuole.
Figlio mio prendi la mia mano e cammina con me.
Dio ha bisogna anche di te!

S. Messa del 8 maggio

Sono il Signore e parlo ai miei figli. Non trovo parole per cambiare il linguaggio di molti cuori, resi duri da troppi rancori, ma sono certo che l'amore della Madre Celeste, scioglierà quella pietra che l'amore non conosce.
Troppe volte vi ho richiamati per correggere il vostro cammino, ma spesso avete deviato su strade laterali, incolte e sconosciute, certi di poter così eludere il richiamo del Signore.
Perché, figli miei, lasciate che il vostro cuore sia schiavo del maligno per portare distruzione dentro di voi e intorno a voi?
La Madre Celeste chiede al Padre pietà per i suoi figli, troppo spesso presi dall'ardore di peccare con lussuria, avidità e rancori. Dio ama i suoi figli e la Madre piange quando non riesce a parlare ai loro cuori: non può accettare che nel mondo regni più odio che amore, che porta guerra e distruzione, senza mai pensare al dolore che tutto questo reca al Signore. Dio è Amore e dal cielo questo amore scende copioso su di voi. Figlio mio, prendi la mano che ti tende il tuo Dio per darti l'aiuto che ti serve, ma ricorda, ci vuole fede e il desiderio di incontrarsi giornalmente con Lui. Dio è presente ovunque e tutto è di sua conoscenza. Molto serve ai fratelli e molto puoi donare se con il Signore ti metti a lavorare. Molto ti chiederò, ma tanto ti darò perché, se amore e carità donerai, amore e carità da Dio riceverai. Ma perché piangi, figlio mio?
Se con fede ti rivolgi al Signore, le tue lacrime asciugherà e il tuo cuore di gioia si riempirà. Io sono in te e tu sei in Me. Abbandonati con fiducia, non lasciarti coinvolgere da dubbi e tentazioni, lasciati amare, lasciati cambiare, lasciati guidare, lascia che il Signore trasformi la tua vita e ti doni quel ramo d'ulivo che porta pace al cuore, sì, figlio mio, al tuo cuore!
Dio è Amore e amore a te vuol donare!

S. Messa del 17 aprile

Figli miei, Gesù è risorto, ma voi non sempre riuscite a risorgere dopo il peccato. La mano di Dio si tende verso di voi per aiutarvi e riportarvi sulla retta via, ma ahimé, quanti rimangono sordi e non sentono il richiamo del Padre.
Troppa indifferenza, troppo egoismo, portano a commettere errori che, con il tempo, ripetuti diventano peccati gravi. Il dolore della Croce va vissuto nel cuore di ogni essere umano per capire il dono grande che Gesù ha fatto all'umanità. Dio ama e comprende anche le debolezze, ma vi è vicino per correggervi e impedirvi di finire nella Geenna. Troppe volte avvisati, tornate sul luogo del delitto per ripetere lo stesso errore, certi che non ci sarà condanna, perché nessuno pagherà per mano del Signore. La mano del Signore è sempre aperta al perdono, ma se non c'è pentimento, poco otterrete dalla Misericordia di Dio.
Camminate su strade illuminate, dove anche un granello di polvere riuscirete a vedere e nulla potrà nascondersi alla vostra vista, per tendervi tranelli.
Di amore del Signore sia sempre pieno il vostro cuore e l'Acqua e il Sangue che dal costato di Gesù sulla terra si è riversato, di Misericordia il mondo intero ha riempito. Gioite e godetene, figli miei, perché nessuna medicina è potente quanto la Misericordia del Signore. Morte e distruzione può portare anche l'egoismo e la maledizione , ma se con fede al Signore chiedete, molto otterrete, perché carità e amore continui ad abitare il vostro cuore.
Presto vi renderete conto che la Parola del Signore è la guida per portarvi verso la salvezza e che niente e nessuno può donarvi ciò che Dio è in grado di fare per voi: perché non approfittarne?
C'è tanta fragilità dentro di voi. Non lasciatevi tentare e non aspettate che sia troppo tardi per pentirvi. Date spazio al rimorso, chiedete perdono: solo così Dio sarà con voi dall'inizio alla fine. Diversamente, anche se presente, non lo sentirete.
Dio vi ama e se cambiate anche per voi ci sarà luce e misericordia.

S. Messa del 6 febbraio

Sono il Signore, sono accanto a voi per donarvi misericordia. Figli miei, grande è il dolore nel notare l'indifferenza che regna nei vostri cuori; nulla sembra aver senso se non sesso, soldi e rancori. Dio vi ama e cerca di guidarvi sulla strada già tracciata per voi, ma quanta difficoltà... portarvi sul quel binario pieno di Spirito Santo e in grado di trasmettervi la forza del Signore. Molti credono non sia necessario avere per guida la mano di Dio e deviàno su strade secondarie che sembrano scorciatoie, certi di arrivare prima degli altri, ma non comprendono il gioco di satana che li porta al precipizio, verso la Geenna. Molto è stato fatto e molto farà ancora il Signore per portare aiuto ai propri figli, ma, se il cieco non vuol vedere, il sordo non vuole sentirete, il muto non vuole parlare…a che servono i miracoli? Figli miei, sono addolorato perché nulla può cambiare se non è il cuore a comandare. Figli mio apri il tuo cuore, purificalo con lo Spirito del Signore, fortificalo e rendilo capace di donare amore. Quanta tristezza sta in un cuore arido e incapace di amare: tutto ciò che avviene porta il segno del dolore. Liberatene, figlio mio, riempiti di carità e amore e presto arriverà la gioia del Signore. Sii più sincero anche con te stesso, non serve mentire, perché tu sai che è l'amore che trasforma il tuo cuore e dona felicità a te e a tutti coloro che con te, guidati dalla mano del Signore, cammineranno verso il futuro.
Ho bisogno di tutti voi. Se non c'è preghiera, quanto dolore satana seminerà nel mondo e i più colpiti saranno gli innocenti, piccoli angeli senza ali e senza colpe. Fermatevi e incominciate a riflettere ed osservare tutto ciò che avviene intorno a voi e rendetevi conto che lui non aspetta che un vostro errore che, sommato a quello degli altri, diventa un boomerang per il mondo intero. C'è bisogno di aiuto per i più deboli e l'amore per i più disperati per essere fraternamente consolati. C'è carestia nel mondo, c'è odio che alimenta le guerre, manca aiuto per i più deboli e, se non ci sarà preghiera, grave sarà la possibilità del pane quotidiano per i giovani, pietre miliari del futuro. Pregate, pregate e il digiuno vi sia di aiuto.
Dio vi ama e da voi si aspetta di essere amato.

S. Messa del 9 gennaio

Figli miei adorati, molto penso a voi perché vorrei vedere nel vostro cuore carità, amore e una fede profonda che vi unisce al Signore. Spesso camminate brancolando nel buio, perché lasciate che i vostri sentimenti siano confusi da colui che l'amore non conosce. Non lasciate che entri con i suoi artigli e scavi ferite profonde nel vostro cuore; a nulla servirà poi l'unguento del Signore se non vi renderete conto a chi avete venduto ciò che di più caro sta in voi: il vostro cuore, fonte dell'amore. Dio vi ama e vi accoglie con la certezza che prima o poi comprenderete che la felicità viene dal Signore dove c'è purezza e amore, dove la gioia è un dono da ricevere e donare, dove la carità ti insegna ad amare anche chi non sempre è degno di amore. Sia la Luce del Signore a brillare dentro di voi come la stella che indicò la via che portava al Redentore! Presto la Luce divina vi indicherà il cammino che porta verso ciò che Dio chiede per arrivare dove la terra trema per mancanza d'amore; li troverete chi ha bisogno di carezze che da voi passerà il Signore. Non basta sognare, bisogna agire: tanti sono i fratelli che soffrono per mancanza di pane e d'amore; tanti sono i sacerdoti che soffrono per mancanza d'aiuto. E' giunto il momento che dal cuore possa sgorgare il vero amore. Donate e vi sarà donato, amate e vi arriverà amore, questo ve lo dice il Signore. Io chiedo ai miei figli un discernimento fatto a cuore aperto con il Signore per capire quale è la strada che porta verso il fratello che soffre, che chiede, che spera in quell'aiuto che spesso non arriva, perché l'egoismo impedisce al cuore di agire.
Dio ama e ricompensa quel fratello che sa donare;
Dio ama e ricompensa quel fratello che sa amare;
Dio ama e ricompensa chi riconosce e usa la carità che il Signore in lui ha seminato

Messaggio di Maria Santissima del 1 gennaio

Figli miei cari, molti pensieri passano dalla mente di ogni essere umano, ma tanti sono pensieri trasmessi dallo Spirito del Signore. Se ogni figlio di Dio si ricordasse di ascoltare questi suggerimenti, quanti errori in meno commettereste nella vita!
Io sono la Madre celeste, veglio su di voi e per voi intercedo presso il Cuore di mio Figlio Gesù, ma, se non ascoltate le correzioni del Padre, come è possibile che mio Figlio esaudisca per voi le mie intercessioni di Madre?
Sono accanto a voi per proteggervi dai continui attacchi del maligno, perché, se lavorate per il Signore, lui, satana, non si allontana, certo che, prima o poi, riuscirà a portarvi dalla sua parte, tendendovi qualche tranello.
Molto avete camminato guidati dallo Spirito Santo, molto è stato fatto per portar grande l'Opera del Signore, ma tanto dovete ancora CAMMINARE E POSSIBILMENTE A PASSI FELPATI. Non serve il rumore, non è opera del Signore; è satana a crearlo!
Dio si aspetta tanto da ciascuno di voi, grande vuole quest'opera e grande diventerà se insieme noi lavoreremo per il Signore.
E' la Madre celeste che vi parla e vi chiede ubbidienza.
Pregate, pregate, figli miei e Io pregherò con voi e per voi!