Gruppo di Gesù logo

Testimonianze 2019

"Non sono stati guariti tutti e dieci? E gli altri nove dove sono?" (Luca 17,17)

Puoi inviare la tua testimonianza compilando il modulo specifico.

Dicembre 2019

Mi chiamo Michaela, a inizio giugno ho partecipato alla serata di preghiera. Sono stata liberata dall’insonnia, ma soprattutto dalle vessazioni del male (difficile da spiegare: tanti piccoli sintomi che mi avevano fatto pensare che nella mia insonnia ci fosse lo zampino di…). Infatti, quando la mia amica mi aveva convinta a venire alla preghiera, ci sono stati sempre tanti piccoli intralci (un treno cancellato, ecc). Quando ho pregato i 10 Padre nostro sentivo molto forte che il Signore stava occupandosi in particolare della parte “liberaci dal male”. Poi Renata ha pregato per me e alla fine ha detto, durante “parola di conoscenza” che tre persone erano guarite da insonnia o vessazioni. Io sono una di queste persone e ne sono profondamente grata. Nelle settimane successive ho però anche capito che non dobbiamo lasciarci andare e mollare la preghiera, non ridiventare indifferenti o troppo occupati per pregare (è la nostra unica ‘arma’, e non ci rendiamo conto quanto è bella e importante). Lodato sia il nostro Signore Gesù, nostro Dio con lo Spirito Santo.

Tempo fa avevo chiesto preghiere per Elena mamma 42 anni di 2 bambini con tumore all' utero. Il secondo intervento è andato bene e non deve fare né chemio né radio. Grazie per le preghiere e grazie Signore Gesù!


Mi chiamo Damiano, sono cresciuto in una famiglia umile. Mio padre operaio e mia mamma casalinga, dove si faceva fatica ad arrivare a fine mese, ma nonostante tutto mi sono diplomato dai salesiani, frequentando il corso serale perché da subito non volevo pesare sulle spalle dei miei genitori. Ho fatto qualsiasi lavoro pur di guadagnare i soldi per poter comprare i libri su cui studiare. Fino al 1982 sono stato un figlio modello, poi partii per il servizio militare, esattamente negli alpini, dove ho conosciuto la bevanda alcolica. Su 365 giorni di servizio di leva 300 li ho passati da ubriaco. Congedato, il mio bere aumentava sempre di più tanto che purtroppo mi ha portato a far tre ricoveri coatti (TSO). Credetemi, un inferno. Sono stato picchiato e legato al letto, torturato, quando arrivava mia moglie le dicevano che ero bipolare ma non era vero!!! Ogni qualvolta uscivo dall’ospedale ero una iena, libera, arrabbiata con tutti e tutto perché al posto di aiutarmi mi picchiavano e mi puntavano il dito contro e al primo bar mi fermavo per bere. Non ne potevo più!!! Ho bevuto di tutto credetemi, veramente di tutto e per nascondere l’odore di alcol a mia moglie, sono arrivato a bermi il dopobarba (bevevo dalle 14 alle 15 bottiglie di birra al giorno più una di super alcolici) ero un relitto, fino a quando un giorno ho pensato di fare un gesto molto grave: mi sono cosparso il corpo di alcol e mi sono dato fuoco. Sono stato molti giorni in coma farmacologico anche perché le ustioni erano di 3° grado. I medici mi aveva dato poche possibilità di sopravvivenza. Nel periodo del coma ricordo di essere stato all’inferno. Appena ho potuto essere in grado di camminare da solo sono andato dritto al bar a bere, ma il 28 febbraio 2015 sono entrato nelle stanze degli alcolisti anonimi e ricordo che prima di dami fuoco alzai gli occhi al cielo e dissi: “Padre, dove sei? Sono schiavo dell’alcol, indicami la strada, Ti prego, per smettere”. Oggi frequento regolarmente le stanze degli alcolisti anonimi e nel mio tragitto ho conosciuto il potere spirituale che è Gesù che mi ha dato amore, amore vero. Ho cercato in tutti i modi questo incontro, sentivo che la mia vita poteva cambiare. Solo con la fede si guarisce. Ho partecipato a diverse Messe di guarigione e liberazione, ma quello che è successo qui, esattamente il 29 novembre 2019 al Gruppo di Gesù guidato da Renata, non mi è mai capitato prima. Seduto guardavo con amore il viso di Gesù proiettato sulla parete e come d’incanto ho sentito un grande calore che avvolgeva tutto il mio corpo, soprattutto le mie mani piene di cicatrici e nello stesso tempo ho sentito il profumo di quando ho riaperto gli occhi dal coma indotto dove mi venne a salvare nostro amato Signore Gesù. Lode a Te mio amato Signore Gesù, solo Tu hai potuto salvarmi. Mi hai salvato dal l’inferno della dipendenza alcolica, mi hai portato via dal demonio, mi hai aperto le braccia ed io, figliol prodigo, sono tornato alla Tua casa ad amarti ma soprattutto a fidarmi di Te. Oggi lavoro con i ragazzi disabili in Comune dove risiedo e vado nelle scuole e negli ospedali per portare il messaggio di come si può uscire dalla dipendenza alcolica e grazie al Tuo amore nel quale io ho trovato la gioia di vivere. Oggi sono un padre, un marito, un uomo felice. Ti amo e Ti benedico, ora e sempre nei secoli dei secoli mio amato Gesù, Ti amo. Damiano.

Alberto, 19 anni, i primi di agosto è stato colpito da un virus e non riusciva più a reggersi in piedi. Ho chiesto immediatamente preghiere al Gruppo di Gesù. Dopo essere stato intubato e in rianimazione e dopo varie terapie si è svegliato e piano piano recuperato il tono muscolare. E stato dimesso e deve continuare la fisioterapia a giorni alterni, gli manca il completo recupero dei piedi. Grazie Gesù, è stato un miracolo!!!

Sono Gianfranco, ho 26 anni. Sono qui a testimoniare il mio primo incontro al Gruppo di Gesù. Desidero ringraziare il Signore che mi da l’opportunità di dire questo, perché ero proprio seduto sulle panche del gruppo giovani e durante la “parola di conoscenza” il Signore disse che avrebbe liberato alcune persone che soffrivano di disturbi del sonno e non riuscivano a dormire. Io mi ricordo che in quel periodo ero molto teso e facevo fatica a dormire e in più sentivo che in quel momento non ero sereno. Bene, da quella sera ho ripreso a dormire senza più ansia. E ci tengo anche a dire un’altra cosa. Nel mio percorso lavorativo Signore, mi sei stato molto vicino. Tempo fa avevo dei tentennamenti sul lavoro tanto che lo volevo lasciare, ma Tu mi dicesti di non andare in giro ma di rimanere nel mio ambiente. Ho sentito queste parole come una spinta a rimanere dove ero. E poi, dicesti che avrei avuto una settimana molto importante nella quale tante persone mi avrebbero dato segni di affetto e che sarei tornato al gruppo a ringraziare. In effetti quella settimana avevo ricevuto una postazione di lavoro nuova e, un banco che tutti colleghi mi hanno aiutato a costruire, passandomi attrezzi vari, ecc… Davvero ho sentito la vicinanza di tutti i colleghi, anche con quelli con cui avevo difficoltò ad interagire, per questo Ti ringrazio Gesù! Lode e gloria a Te!

A novembre ho chiesto preghiere urgenti al gruppo di Gesù da parte di Gloria, una mia amica, per Ilaria, 38 anni e una bimba di 4 mesi colpita improvvisamente da ictus - a cui i medici le avevano dato due settimane di vita. Una settimana prima di Natale la mia amica Gloria mi manda un messaggio nel quale c’era scritto: “Cara Silvana ti devo dare una splendida notizia: Ilaria, la persona che è stata nelle tue preghiere si è risvegliata: ha parlato, ricorda cose e persone e ha anche mangiato! Ora è sulla sedia a rotelle e respira autonomamente, non ci vede da un occhio ma la speranza è che si riprenda anche da quel lato. La dovranno ri-operare alla testa ma i medici sono fiduciosi. Un vero miracolo e un bellissimo regalo di Natale per i suoi cari! Ti abbraccio forte e grazie di cuore per il tuo sostegno.” Beh, cosa posso dire se non grazie Gesù!

Ringrazio Gesù e tutto il Gruppo perché per esigenze familiari cercavo un lavoro con orario ridotto, ma dopo diversi mesi di ricerca non accadeva nulla. A fine agosto, Renata mi ha detto che la situazione era complicata, ci ha consigliato di pregare intensamente e di "coinvolgere" Don Antonio nella preghiera per ottenere questa grazia. Con mio marito abbiamo cominciato a pregare chiedendo l'intercessione del nostro amato Don Antonio e dopo una settimana ho ricevuto una proposta di lavoro imperdibile, sembrava confezionata esattamente per me, con l'orario esatto che cercavo e a tempo indeterminato! Grazie Signore Gesù che ci ami e ci esaudisci nei più piccoli dettagli e grazie Don Antonio e Renata per la vostra intercessione! Francesca

Alcuni anni fa vi ho scritto perché mio marito era andato via da me e da mio figlio e vi ho affidato il mio dolore. Ero completamente lontana dalla fede e dalla preghiera, non contraria ma distratta. Mi avete risposto dopo qualche mese, il 10 dicembre, dicendomi che la mia richiesta era stata accolta e affidandomi alla Trinità. In effetti da allora tanta strada ho percorso e fede e preghiera mi hanno inondato di vita. Mio marito non è tornato, prego per lui, e tante persone sono diventate famiglia per me. Non sempre sono forte e cado spesso nel sentirmi sola e schiacciata ma vado avanti. Stamattina siete capitati di nuovo per caso nelle mie letture di preghiera mattutine. Ricordo sempre il Gruppo di Gesù nelle mie preghiere. Grazie Annalisa

Sono Katia, l’anno scorso sono arrivata al gruppo di Gesù per merito della mia amica Gianna e una sera ci soma fermate qui, con mio marito che è qui presente e che allora non era molto favorevole al matrimonio. Chiesi a Renata e lei mi disse che bisognava pregare molto, e il Signore tramite Renata mi disse che mi sarei sposata, infatti, mi sono sposta il 26 ottobre scorso. Stasera, per venire a fare la testimonianza ho avuto molti impedimenti (arrivo da Varese), ma sono arrivata per dire grazie per tutte le preghiere che sono state fatte, grazie per aver conosciuto questo luogo, Renata e per tutte le persone che mi sono state vicine, perché Gesù davvero manda gli strumenti che ci aiutano e io auguro a tutte le persone che si sentono tristi, che abbiano l’aiuto che ho avuto io. Grazie di cuore perché con le vostre preghiere mi siete stati molto vicini. Grazie Gesù che ci indica sempre le persone e i luoghi giusti.

Mi chiamo Enzo e voglio fare questa testimonianza. Alcuni mesi fa ho accusato una forte sciatalgia, ho cominciato a fare delle iniezioni di antidolorifici e antinfiammatori, e una ginnastica adatta, ma niente, il dolore persisteva dalla schiena fino al piede. Poi un venerdì durante la parola di conoscenza, il Signore, tramite Renata, ha parlato di una persona che aveva proprio il mio identico problema, ha detto inoltre “il tuo dolore non proviene dalla gamba ma da due vertebre che sono un po’ aperte”. Questo veniva anche segnalato dalla risonanza magnetica che nel frattempo il medico mi ha fatto fare. A quel punto ho capito che stava parlando di me e che rispondeva alle mie preghiere. Il Signore ha detto che sarei guarito a breve completamente e infatti questo si è avverato. Adesso che sto bene ho quasi dimenticato quanto è stata forte la lunga sofferenza patita, altrettanto forte è la mia gratitudine e riconoscenza al Signore. Ringrazio Gesù per la sua misericordia, ringrazio Renata e tutti voi per le vostre preghiere.

Avevo male alle caviglie, il sacerdote che ha pregato su di me, e mi ha benedetto le caviglie con l'olio e il segno di croce ed il male è passato! Grazie mille, Trinità Santissima, di cuore! Maria

Ottobre 2019

Devo testimoniare una cosa che mi è accaduta. Il 13 di giugno era la festa di S. Antonio, nell’appendere una tenda sono caduta dalla scala battendo fortemente la testa e la schiena. Sono rimasta immobile fino alla fine di giugno continuando a prendere antidolorifici. Avevo promesso che avrei fatto servizio al Gruppo di Gesù e ho chiesto a Gesù la forza di adempiere alla promessa fatta, ma quando sono arrivata non ho avuto modo di farlo, forse il Signore mi aveva esentata da quel compito, però sono rimasta comunque in Cappella a pregare, e dal quel giorno non ho più preso antidolorifici. Questa è la mia testimonianza. Mariangela.

Sono Luisa, moglie di Romolo, ringrazio il Signore per aver permesso a mio marito di tornare a casa con la sua famiglia e ringrazio il Gruppo di Gesù che mi ha sostenuto durante tutto il periodo buio. Il Signore mi faceva vedere il lumino del Santissimo sempre acceso in fondo alla strada, sapevo che Lui c’era! Continuiamo a pregare! Grazie Gesù!

Questo è quanto dice mia cognata e io Elena, aggiungo che Romolo è stato 7 mesi in ospedale per un tumore al cervello che ora non c’è più, e che noi abbiamo avuto fiducia e speranza nella parola di conoscenza di Renata: “E’ cosa seria e grave, preghiamo”. E così abbiamo coinvolto oltre al Gruppo di Gesù, tutti i parenti e conoscenti (anche i meno vicino alla fede) che non hanno mai mancato di preghiere soprattutto nei momenti di richiesta quando la situazione si aggravava. Romolo si è ripreso seppur più lento e fragile è autonomo e indipendente, anche i medici concordano che oltre al loro lavoro c’è stata la mano di Dio. Grazie Signore, perché con la preghiera del Gruppo di Gesù si possono ottenere grazie grandi e impossibili!

Stasera voglio condividere con voi la gioia della guarigione di mio nipote Filippo che a seguito di un intervento chirurgico per una apparente banale fistola ha avuto gravi complicanze, è andato in coma e in rianimazione per 20 giorni. C’è stato un momento in cui i medici che non avevano comunque capito niente ancora della sua patologia di base l’avevano dato irrimediabilmente per spacciato. Abbiamo pregato in tanti, noi del Gruppo di Gesù e molti altri. Filippo si è ripreso. Tutti gli organi che apparivano compromessi hanno ripreso la loro normale funzionalità, finalmente è arrivata anche una diagnosi che fortunatamente non era grave ma limitata all’ultimo tratto dell’intestino. Grazie Signore, Lode e gloria a Te, e grazie per tutte le preghiere, Piero.

Mi chiamo Enzo e voglio fare questa testimonianza. Alcuni mesi fa ho accusato una forte sciatalgia, ho cominciato a fare delle iniezioni di antidolorifici e antinfiammatori, e ginnastica adatta, ma niente, il dolore persisteva dalla schiena fino al piede. Poi un venerdì durante la parola di conoscenza, il Signore, tramite Renata, ha parlato di una persona che aveva un problema, ha detto inoltre: “il tuo dolore non proviene dalla gamba ma da due vertebre che sono un po' aperte”. Questo veniva segnalato anche dalla risonanza magnetica che nel frattempo il medico mi ha fatto fare. A quel punto ho capito che stava parlando di me e che rispondeva alle mie preghiere. Il Signore ha detto che sarei guarito a breve completamente, e infatti questo si è avvenuto. Adesso che sto bene ho quasi dimenticato tutto quanto è stata forte e lunga sofferenza patita, altrettanto forte è la mia gratitudine e riconoscenza al Signore. Ringrazio Gesù per la sua misericordia, ringrazio Renata e tutti voi per le vostre preghiere. Grazie!

Ho 50 anni e, da quasi vent’anno soffro di fibromi all’utero, dei tumori benigni che crescono pian piano, negli anni e provocano tanti disturbi fra dolori ed emorragie, finché bisogna togliere l’utero. Un anno fa ero peggiorata al punto che dovevo operarmi: o togliere l’utero o togliere le arterie uterine per diminuire le dimensioni dei fibromi, di cui il più grande era di 10 cm di diametro. Io però non volevo assolutamente operarmi e così ho deciso di aspettare e di fare una cura naturale per controllare i dolori e le emorragie. La dottoressa mi prescrive questa blanda cura, ma comunque dice che prima o poi devo fare l’intervento. Sono stata al controllo recentemente e siccome ero in pensiero ho chiesto a Renata di mettermi in preghiera, cosa che lei ha fatto con grande affetto, grazie Renata!). Ebbene, il Signore ha fatto una cosa grande per me: i fibromi sono apparsi ridotti del 40 per cento. UN MIRACOLO, perché io non ho fatto cure ormonali, non ho fatto nessuna operazione e non sono né in menopausa né in premenopausa. Questo risultato è quanto si ottiene con l’intervento e Gesù ha fatto questo per me, per cui lo ringrazio. Lode e Gloria a Te Gesù!

Mi chiamo Simona e qualche tempo fa ho subito un delicato intervento alla testa e grazie a Dio non sono rimasta lesa in nessuna parte del corpo. Colgo finalmente l‘occasione per ringraziare Gesù, perché sono certa che se tutto è andato bene è per tutti quelli che hanno pregato perché andasse bene, quindi grazie Gesù e grazie a tutti per le preghiere.

Io sono Viviana, non riuscivo a trovare lavoro, ho fatto tantissimi colloqui con esito negativo. Durante i Tre Giorni del Fuoco Divino, Renata mi ha consigliato di pregare il sacro manto di San Giuseppe per trenta giorni consecutivi. Ho iniziato il 1luglio e ho finito il 30 luglio con questa preghiera tutti i giorni e il 22 agosto sono stata chiamata per un lavoro. Il 26 agosto, ho iniziato a lavorare. Grazie Gesù!

Sono Irma e voglio ringraziare il Signore per mio fratello. Sono 10 anni che mio fratello soffre per la leucemia, ha fatto un auto trapianto che è andato benissimo. Renata l’ha seguito, tutti hanno pregato per lui. La settimana scorsa stava trasportando una pianta con sua moglie, è caduto rovinosamente in una buca e ha battuto la testa violentemente con un trauma cranico grossissimo. Se si fosse spostato di 10 cm c’era un sasso, avrebbe battuto la testa e non si sarebbe sicuramente rialzato. Il Signore è intervenuto, ed è intervenuto anche San Vincenzo e mi ha aiutato, ha detto lui (quel giorno ricorreva la festa di San Vincenzo). Grazie Signore Gesù, Ti lodo e Ti ringrazio.

Mi chiamo Suela Lucia Elezi e vivo a Milano, ho una mia attività autonoma. Nel 2012/2013 purtroppo cominciò un momento buio nella mia vita. Iniziò tutto quando una persona è venuta a lavorare per me. In genere sono positiva e sensibile, perciò quando vedo qualcuno in difficoltà il mio istinto è più forte del ragionamento. Ho assunto una ragazza del Sri LanKa e da quel momento è cominciato il mio inferno. Ero credente ma non ero battezzata per via del regime comunista che governava negli anni della mia infanzia anche se io e la mia famiglia vivevamo la fede all’interno della famiglia. Questa ragazza mi ha fatto tenerezza e pian piano mi sono molto legata ai suoi problemi e a quelli della sua famiglia. Mandavo i pacchi al suo paese per beneficienza, la trattavo da sorella. Un giorno, mi chiede la mia data di nascita, il giorno, l’ora e pure i dati di mio marito. Io, da ingenua e anche stupida le dico che la data la so, ma l’ora no e lei mi dice di chiedere a mia madre che di sicuro lo sapeva, e così ho fatto. Ho chiamato mia madre che stava in New jersey da mia sorella e ho chiamato anche la mamma di mio marito per avere i dati precisi. La ragazza aveva mandato tutte le informazioni a un mago in Sri Lanka e dopo mi dice: “la tua vita sarà la mia vita, vedrai dopo, sarai molto felice”. Io le ho riso in faccia e le ho detto che sognava con gli occhi aperti, però, dopo un mese per me è cominciato l’inferno. Mi svegliavo di notte e non ero più serena, mi sentivo infelice su tutto. Piano piano mi sono isolata e mi sembrava che nessuno mi volesse più bene, né i miei genitori né mio marito e non mi fidavo più di nessuno. Ho cominciato forti litigi con mio marito e non ci sopportavamo a vicenda. Fatto sta che mi sono resa conto che ci stavamo lasciando. Stavo trascurando il negozio e questa ragazza mi gestiva tutto, in poche parole mi rubava tutto. Dentro di me dicevo sempre, Suela, tu sei una donna forte e dai grandi principi e cercavo di resistere anche se non era facile perché ero completamente sola. Un pomeriggio viene una cliente di nome Silvana e che fa parte del Gruppo di Gesù e he voi conoscete benissimo. Nel suo portafogli, mentre pagava ho notato un’immaginetta della Madonna, le ho chiesto se me la poteva regalare e lei me l’ha regalata con piacere. Mi ha invitata al Gruppo di Gesù e io senza esitare ho accettato subito il suo invito nonostante sia molto riservata sulla mia vita privata e non mi fido se non conosco le persone. Dopo un po’ di incontri ho raccontato alla mia nuova amica Silvana la situazione che stavo vivendo. Mi svegliavo di notte e mi venivano in mente tutte le cose negative. Silvana mi ha spiegato che nella vita terrestre c’è Dio che tu conosci ma pure il male che io non conoscevo ma che esisteva. Così partì un raggio di sole nella mia vita buia. Vado al Gruppo di Gesù con Silvana e lì è cominciata la mia terapia di liberazione, fra benedizioni e preghiere Gesù è entrato nella mia vita e nel mio cuore. Una sera mi sono svegliata non più spaventata ma piangevo di gioia. Ho sognato Gesù che era entrato nella mia camera da letto e mi diceva: “Suela, non avere più paura, io non lascio che nessuno entri più nella tua stanza a spaventarti, ti proteggo e ti voglio bene, sono venuto a liberarti per sempre, devi battezzarti, e diventare una vera cristiana”. Ero felicissima, e dentro sentivo una grande gioia e leggerezza nell’anima, ho gridato tutto il giorno GRAZIE, GRAZIE GESU’. Ho pregato chiedendo a Gesù che mi stesse sempre vicino nella strada di luce dove mi trovavo. Mi sono battezzata con il nome di Lucia. Le persone che non finirò di ringraziare mai abbastanza sono Don Antonio, Renata, Don Ambrogio, Padre Jean, Francesca e Silvana. Francesca è diventata un punto di riferimento per la mia fede. Il Gruppo di Gesù e la chiesa di San Luca sono la mia seconda casa dove mi sento vicino a Gesù. Dopo questa esperienza volevo diventare suora, ma Gesù vuole che debba seguire la crescita dei miei stupendi figli e dedicare il mio tempo, nella mia seconda casa nella chiesa di San Luca ai ragazzi del catechismo. Mi sono sposata in chiesa e voglio testimoniare che Gesù è fra noi, è la nostra luce e la nostra salvezza. La Bibbia è il grande tesoro che Gesù ha lasciato in eredità a tutti noi. Grazie al Gruppo di Gesù!

Mi chiamo Gianfranco e sono qui a fare la mia testimonianza. Un po' di tempo fa mi sono rivolto a Renata perché avevo bisogno. Il rapporto con mio fratello era pessimo. Vivevamo nella stessa casa ma ci salutavamo appena. A momenti non ci guardavamo nemmeno in faccia. Chiaro che io gli volevo molto bene e cercavo una strada per avvicinarmi a lui. Renata ha chiesto al Signore se io e mio fratello saremmo tornati ad avere un rapporto appunto da fratelli e quando il Signore ha detto di si io ho provato una grande gioia perché era un mio grande desiderio. Però mi ha detto anche dovevo essere io a fare il primo passo. Così ho chiesto a mio fratello dopo tanto tempo di uscire, e durante la serata gli ho chiesto scusa perché ero stato egoista nei suoi confronti e inoltre che avevo un gran desiderio di abbracciarlo e un gran voglia di conoscerci per consolidare il nostro rapporto e da che eravamo molto lontani ora siamo molto vicini. Ringrazio Te Signore per avermi aperto questa strada, e donami sempre la forza per prenderci per mano come due veri fratelli. Grazie anche alla nostra Renata. Lode e Gloria a Te Signore Gesù.

Sono Marco, e volevo ringraziare il Signore per le numerose grazie che mi ha dato. Per dare un’idea, nello specifico, parlo del rapporto tra mia madre e mia moglie. Quando mi sono sposato 21 anni fa, mia madre non è venuta al nostro matrimonio, giusto per far capire il tipo di tensione che c’era. Non ha mai messo piede nella mia casa del paese di mia moglie fuori Milano, li siamo stati per 10 anni… ci siamo andati perché all’epoca era più conveniente stare là. Poi siamo tornati a Milano, e pian piano, un po' di rapporto c’era, ma era sempre estremamente conflittuale. Poi i miei hanno anche divorziato… beh, ci sono state molte complicazioni. L’anno scorso portando questi problemi a Renata, lei ha ottenuto la parola di conoscenza a mio favore. Il Signore tramite Renata ha detto che la suocera a la nuora sarebbero diventate amiche, non dico innamorate, ma con un caldo affetto. Ecco, sono qui a testimoniare che abbiamo appena invitato mia mamma al cinema a vedere “Francesco, uomo di parola”, quindi io sono qui a ringraziare perché questa è una delle tante grazie che ho ricevuto fino ad ora! Grazie, Lode e Gloria a Te Signore!

Giugno 2019

Mi chiamo Giuseppina. Sabato pomeriggio improvvisamente sentii un dolore tanto acuto all’inguine che si irradiava verso il femore…era insopportabile e non riuscivo più ad appoggiar il piede.
Mi spaventai tantissimo perché ero in casa da sola…mio figlio era al lavoro e visto che era ormai sera e il dolore non passava decisi di chiamare Renata.
Lei mi tranquillizzo’ e mi disse di mangiare qualcosa e poi di prendere 2 tachipirina e di stendermi a letto - lei intanto pregava. Mi sentii rassicurata e stesa a letto mi addormentai profondamente e al mattino al risveglio non avevo alcun dolore.
Grazie Gesù e grazie al Gruppo di Gesù perchè se preghiamo come ci ha insegnato Renata…dalla A alla Z…per non dimenticare nessuno, al momento del bisogno siamo protetti tutti! Alleuia!

Sono Maria. Dopo diverse mammografie ed ecografie è stata sottoposta ad una risonanza magnetica per sospetto tumore al seno.
Lo stesso venerdì ho fatto vedere la foto a Renata che ha fatto la domanda a Gesù sull’esito.
Gesù stava intervenendo su di lei e se ci fosse stata la necessità di un intervento Lui ci sarebbe stato.
L’esame non ha rilevato nulla di grave, Gesù aveva già agito, ci saranno dei controlli periodici da programmare ma il peggio è risolto.
Grazie Gesù, lode e gloria a Te, grazie grazie!!! Questa famiglia ora è più serena!!!

Maggio 2019

Sono Sara,,della provincia di Lecce. Voglio ringraziare Renata e il Gruppo di Gesù perché poche settimane fa sono entrata in questa chiesa affranta e scoraggiata. Pur confidando sempre nella Misericordia di Dio, temevo per mio padre che doveva affrontare una delicatissima operazione alla testa. Ora mio padre sta bene e io sono certa che la buona riuscita dell'operazione e la sua guarigione siano solo ed esclusivamente frutto della volontà di Dio. Ringrazio chiunque abbia pregato per noi perché le nostre e le vostre preghiere sono giunte sino al Signore.
Grazie per il vostro supporto, vi tengo nel cuore e pregherò per voi. Sara

Ringrazio il Signore perché mi ha fatto conoscere questo gruppo per caso e subito ho capito che avevo ricevuto una grazia spirituale perché mi stavo allontanando dalla preghiera e da Gesù. Grazie Signore Gesù. Lode e gloria a te. Pierina

Durante il mese di aprile 2019 sono stato più' volte al Gruppo di preghiera del venerdì. Uno di questi venerdì, durante la Parola di Conoscenza, il Signore ha detto che aveva guarito 11 persone dall'annebbiamento della testa alla mattina (per intenderci, quello che si prova appena svegliati, per un'oretta). Ha detto che era una forma di vessazione del piano di sotto e che aveva liberato 11 persone. Io ne soffro fin da quando mi ricordo, fin da quando sono piccolo. E invece già' dal giorno dopo, l'annebbiamento era scomparso del tutto e non e' più' tornato! Non saprei come ringraziare il Signore - non avevo idea che la mattina si potesse stare bene appena svegliati, senza dover aspettare un'ora. Sia lodato Gesù Cristo. Anonimo

Tre venerdì fa, sono andato inaspettatamente al Gruppo di Preghiera. Non lo avevo programmato. Durante la Parola di Conoscenza, il Signore disse che 2 dei presenti soffrivano molto nel cuore per via di abuso sessuale che avevano patito da bambini. Ma disse anche che il quel momento Egli aveva riversato tanto amore ora nei loro cuori e che li stava guarendo. E di continuare a vere fede e a pregare e a prendersi cura del loro cuore, perché spesso la parte più' difficile e' la convalescenza. Lui aveva fatto la Sua parte quel venerdì, e ora aspettava a noi 2 di lavorare (ovvero pregare con fede ecc) durante la convalescenza, per portare a buon fine la guarigione. Io sono uno di questi 2. E posso testimoniare con veracità' che il il Signore ha fatto questo miracolo. Sia lodato Gesù Cristo, figlio di Dio. Anonimo

Mi chiamo Marco e volevo ringraziare il Signore per la Sua pazienza e Renata per la sua partecipazione materna alla mia difficoltà di trovare un nuovo lavoro. Dopo 10 mesi di intensa ricerca ed opportunità che sono sbocciate ma poi non fiorite, in marzo ho avuto 3 possibilità di cui una è stata sconsigliata dal Signore e un’altra non è fiorita; l’unica rimasta è andata a buon fine lo scorso 24 aprile e mi ha permesso di ottenere un lavoro che ristabilisse uno stipendio simile a quello che avevo prima della crisi dell’azienda (azienda che sto lasciando e che da gennaio 2018 mi ha lasciato con un terzo dello stipendio ed un’assunzione part-time pur percorrendo 140km al giorno per tenerlo e impiegando 8 ore per lavorarne 4). Per rendere grazie a Dio e giustizia alla fatica dell’intercessione di Renata che ha speso tempo preghiera energia e cuore per starmi vicino, ci vorrebbe un resoconto ben più articolato (Renata ci ha seguito come famiglia e ci segue in una serie di altre traversie che stiamo vivendo: voglio citare una cosa fra tante: il suo consiglio e la preghiera sua per un mio figlio che stava perdendo la strada e adesso invece ha ripreso vigore nel bene, per ora lasciando lo compagnie negative che seguiva). Il mio grazie all’esperienza che Gesù mi concede di vivere nel Gruppo di Gesù si estende ad una serie grande di altre conseguenze sia negli ambienti che frequento (Opus Dei, Comunione e Liberazione, fratelli protestanti, ortodossi, copti, parrocchia, parenti, amici) sia nella vita spirituale mia e di mia moglie che grazie a Renata e al Gruppo di Gesù è cambiata da fede imbalsamata dalla nostra pochezza a fede ardente e riconoscente in Gesù e Sua Madre (mai avrei pensato di poter pregare con gioia in lingue né di poter avere una relazione così diretta col Signore, sia nel mio cuore che attraverso il grande dono che Gesù ha dato a Renata per l’utilità di tutti). Invito tutti a ringraziare Renata non con le parole (un abbraccio invece si, è bello), ma con un impegno costante di preghiera per lei e ciascun membro della sua famiglia, perché è grazie alla generosità di Renata ed anche di tutta la sua famiglia che a noi è dato di poter fruire del gran dono di servizio e di amore cui il Signore l’ha chiamata. Renata si lamenta che io la nomini spesso perché sa che chi serve il Signore deve fare brillare solo Lui che è il Soggetto per eccellenza. Ma se io le voglio bene e voglio ringraziarla come strumento del Signore lei può protestare finché vuole! Inoltre se Lui l’ha scelta per questo pesante servizio sono sicuro che Lui apprezza il nostro affetto per il Suo strumento :-) Lode e gloria a Te Signore Gesù! Amen Alleluia Alleluia Alleluia!

Marzo 2019

Sono Sara,,della provincia di Lecce. Voglio ringraziare Renata e il Gruppo di Gesù perché poche settimane fa sono entrata in questa chiesa affranta e scoraggiata. Pur confidando sempre nella Misericordia di Dio, temevo per mio padre che doveva affrontare una delicatissima operazione alla testa. Ora mio padre sta bene e io sono certa che la buona riuscita dell'operazione e la sua guarigione siano solo ed esclusivamente frutto della volontà di Dio. Ringrazio chiunque abbia pregato per noi perché le nostre e le vostre preghiere sono giunte sino al Signore.
Grazie per il vostro supporto, vi tengo nel cuore e pregherò per voi. Sara

Mi chiamo Patrizia , e sono la mamma di Andrea. Un brutto giorno di agosto 2012 convinco Andrea a fare esami di routine, dato che stando bene erano anni che non li effettuava. Al ritiro degli esiti i valori del fegato erano tutti sballati, ero arrabbiata pensando a chissà quali bagordi facesse ( all’epoca aveva 25 anni ) mi precipito dalla dottoressa che subito ha sospetto che si conferma dopo ulteriori esami: epatite C.
Come l’abbia contratta non si sa’, forse un intervento, forse il dentista, e neanche si poteva da sapere da quanto tempo se lo portava in corpo. Purtroppo le cure del momento davano una percentuale di guarigione non alta e le cure stesse cmq portavano effetti collaterali pesanti, mentre esistevano altri farmaci ma ancora da testare in fase di sperimentazione e quindi non in commercio.
La reazione di andrea e’ stata brutta, dire arrabbiato e’ dire poco, sentiva di non meritarsi questo visto che non aveva fatto niente di scorretto, io cercavo di rincuorarlo, dargli fiducia nella medicina, ma in cuore avevo la disperazione, passavo ore e ore su internet senza farmi vedere da andrea per cercare più informazioni possibili su questa malattia, ma più leggevo e più avevo paura delle conseguenze che portava la malattia.
Con lui avevo la forza di essere positiva mentre avevo la morte nel cuore, cercavo la solitudine per poter piangere e sfogarmi.
Poi come molte volte succede, anche se non sarebbe giusto solo di fronte alla disperazione, capisco che la mia unica speranza e’ in un miracolo del Signore, e da quel momento comincio a pregare (sono cristiana ma fino a quel momento non molto praticante )e capivo che aggrapparmi alla preghiera mi dava conforto, e tutte le mattine prima di andare in ufficio mi recavo in Chiesa per pregare e chiedere la grazia, sapevo di non averne diritto, ma non potevo farne a meno.
Poi, per una serie di coincidenze, che per me sono stati segni inviatemi dal Padre mio e dalla Madonna sono arrivata al Gruppo di Gesu’ ed e’ stato come se mi avesse piano piano accompagnato fino ad arrivare qui.
E qui’ attraverso la parola di Don Antonio e di Renata ho cominciato a credere che il miracolo poteva avvenire, sentivo attraverso Don Antonio e Renata la presenza del Signore, e la sentivo anche in Chiesa durante la funzione di guarigione, e anche se piangevo, provavo serenità e gioia, io sentivo che Lui era fra noi, e mi chiedevo chissà quante volte Lui ci parla e noi non sappiamo ascoltarlo.
E per me Renata con i suoi consigli, con la sua capacita’ di farsi ascoltare, di chiedere per me al Padre mio, ha portato il miracolo.
Ebbene, Andrea dopo una cura sperimentale non riuscita, dopo una di 8 mesi di interferone con effetti collaterali pesanti, anche questa non riuscita, finalmente e’ arrivata la cura giusta per lui. Ora e’ sotto controllo, anche se in ospedale dicono che per loro e’ guarito, faremo altri controlli, perché cinque anni di rabbia e sofferenza non si annullano facilmente, hai sempre un po’ paura, ma la paura dura poco perché la felicita’ e’ grande!!!
Lode al mio Signore, lode alla Madonna, e un immenso grazie a Renata e al Gruppo di Gesu’.

Mi chiamo Simona, e sono passati quasi 9 anni da quando sono stata operata di angioma cerebrale: un intervento molto delicato per il quale avrei potuto rimanere lesa per sempre, se non addirittura perdere la vita, e che è invece andato benissimo. Subito dopo l'operazione sono venuta ad un incontro di preghiera per ringraziare Dio (al quale mi ero riavvicinata dopo un lungo periodo) ma non ci sono riuscita e voglio cogliere questa occasione per farlo. Solo attraverso il suo aiuto tutto è andato bene, grazie Signore. Simona

Tempo fa durante un incontro di preghiera, il Signore tramite Renata ha dato questa parola di conoscenza: "Quel bambino malato di polmonite, non devi temere perché la mano di Gesù l'ha toccato e lo sta guarendo". Ammetto che non avevo pregato per questo, ma in quel momento il mio nipotino era in ospedale con la polmonite... e nel giro di qualche giorno è tornato a casa guarito. Grazie Signore, Grazie Gesù, grazie a tutti per le vostre preghiere, che Dio vi benedica. Lode e gloria a Dio.

Sono Giovanna, voglio ringraziare Gesù e Renata, perché tramite l'uso dell'olio benedetto e la preghiera dei "10 Padre Nostro" , che Renata mi ha insegnato, il Signore mi ha liberata da un problema intestinale. Grazie!!!! Lode e Gloria al Signore!

Mi chiamo Fortuna. Nel 2015 mio marito mi ha lasciato con i miei tre figli per un’altra. La seconda dei miei figli ha una forma di scoliosi ideopatica è stata sottoposta ad intervento ma non hanno potuto fare niente .Trovandosi con curva di 58gradi e 35 punti di sutura alla schiena dalla delusione della lontananza del padre da casa e l’intervento non riuscito perché rimaneva senza l’utilizzo delle gambe ha iniziato a frequentare amicizie sbagliate. Nel 2016 l’ho portata con me al Gruppo di Gesù grazie alle opere del Signore si è allontanata dalle sue amicizie. Oggi è una ragazza tranquilla rinata grazie al Signore che ha operato anche se la sua scoliosi c’è ma la curva non cresce più ALLEUIA !!!!!!!

Voglio portare una testimonianza di fede e preghiera personale!! Lunedì scorso sapendo di rimanere senza lavoro a fine Giugno ho iniziato la novena a San Giuseppe lavoratore. Venerdì una grande azienda mi ha contattato per un colloquio . Questa mattina mi sono recata nella mia chiesa per recitare l'ultimo giorno della novena a San Giuseppe. Poco fa mi hanno chiamata per dirmi che mi hanno assunto.Dio e grande Grazie grazie grazie Gesù lode a te, Claudia.

Sono Marco.Volevo ringraziare Gesù e Renata perché i nostri 4 figli frequentano scuole paritarie e non potrebbero farlo senza l'aiuto della nonna (mia madre). Proprio ultimamente mia madre si era esposta dicendo che non aveva più intenzione di aiutarci per pagare queste scuole. Renata chiedendo al Signore ci ha detto che dovevano andare i ragazzi a chiedere alla nonna e noi invece non esserci. Li abbiamo portati e poi sono saliti da soli. Noi sotto in auto a pregare. La nonna ha acconsentito ad aiutarci (almeno per un altro anno!). Lode e gloria a te Gesù. Grazie Renata

Ho chiamato il telefono amico e parlato con Gabriella per chiedere preghiere per mio marito che aveva perso il lavoro. Solo dopo pochi giorni mio marito ha ritrovato il lavoro. Ho chiesto preghiera anche a Claudio per rispettare la giusta causa di orari che io avevo a disposizione per qualche problema che mio figlio aveva a scuola il quale frequenta il Liceo. Mio figlio ha superato tutte le problematiche e adesso veramente con grande gioia sta compiendo passi da gigante a scuola. Ringrazio il Gruppo di Gesu', la Misericordia di Dio che ci mette a disposizione persone di buona volontà che si mettono in ascolto di altri fratelli e offrono il loro tempo. Con Gratitudine Gerardina. Ringrazio infinitamente.

Sono Caterina, lunedì 12 novembre 2018 mi trovavo in ospedale in attesa che mio marito facesse degli esami quando mi si è avvicinato un infermiere di nome Cosimo che conobbi nel 2013, mi ha salutata e mia detto testuali parole: “ Sai che qualche mese fa ho avuto un brutto incidente, la mia macchina si è accartocciata su se stessa per estrarmi ci sono volute delle ore. Sono rimasto in ospedale per circa tre mesi, con fratture in tutto il corpo oltre ad altre complicazioni….mi sento MIRACOLATO perché da quelle lamiere accartocciate sarei dovuto uscirne morto ed invece i Vigili del Fuoco sorpresi mi hanno estratto vivo. MI sono ristabilito ed ho ripreso a lavorare. da quel momento, tutti i giorni ringrazio il Signore Gesù perché in quel pacchetto (tenuto sempre nel portafoglio dal momento in cui me lo regalasti nel 2013, quando affiancavi tuo marito ammalato) contenete dei fiori di ginestra “benedetti al Gruppo di Gesù”, c’è Lui, il Signore che mi ha salvato la vita donandomi un’altro opportunità. Ringrazia Renata e tutto il Gruppo di Gesù anche se lo conosco solo attraverso te”. Lode e Gloria a te o Signore.

Sono Nadia. A gennaio avevo chiesto preghiere per la mia mamma, colpita da ictus. Oggi testimonio che la mia mamma si sta riprendendo dalla malattia. Ringrazio il Signore per questa grazia e ringrazio tutti coloro che hanno pregato per la mamma e per noi.

Sono Mariapia, portatrice di protesi al ginocchio. Qualche tempo fa per distrazione ho fatto una brutta caduta. Al rientro a casa la caviglia si è gonfiata con forti dolori e non ho più avuto la possibilità di muovermi. Ho chiamato Renata che con la “parola di conoscenza” dava situazione grave con rottura, mi ha detto di recarmi al pronto soccorso e nel frattempo di pregare una corona di Padre Nostro unitamente alle sue preghiere. Al mattino sono comunque andata a P.S. ma senza più dolore ne gonfiore e l’esito è stato negativo! Tutto era a posto! Grazie Signore Gesù!

Volevo ringraziare il Signore Gesù per l’intervento di una donna di 50 anni che a seguito di un intervento al midollo, ha subito un’infezione e con il tempo è peggiorata e dopo un ricovero in malattia infettiva è stata operata con un intervento di 13 ore e tutto è andato bene. Grazie per la speranza. Grazie Gesù e grazie Renata!

Sono Antonella e dal mese di ottobre ho chiesto preghiere per mia cugina Diana per minaccia di aborto. IL Signore ha ascoltato le nostre preghiere e nel mese di Febbraio è nata Olivia. Ringrazio il nostro Signore Gesù Cristo e Maria sua madre. Un grazie va a Renata e a tutto il gruppo di Gesù che tanto pregano per tutte le persone bisognose. Lode e Gloria a te Signore.

Sono Caterina, questa sera sono qui ai tuoi piedi Signore! per dirTi grazie, infinitamente grazie per avermi dato la possibilità di essere ancora qui nella Tua Clinica. E’ dal mese di settembre che ho iniziato ad avere delle fitte alle costole e al petto, sinceramente non ho dato molta importanza, il problema è stato che i dolori man mano sono aumentati sempre più. Ho fatto vari accertamenti e tutti con esito negativo (per mia fortuna).
Nel mese di gennaio, quando un giorno stavo malissimo con dolori atroci e fatica a respirare, mi sono fatta coraggio ed ho chiamato Renata chiedendole cosa mi stesse succedendo e durante la parola di conoscenza, mi ha detto testuali parole: “Caterina è una cosa semplice-seria, ed è tra una nevrite acuta e fuoco di Sant’Antonio”, si risolve, occorre tempo e riposo.
Mi ha fatto una preghiera di guarigione e liberazione dicendomi di mettermi in contatto con il dottor Piero. La mattina ho chiamato il dottor Piero e capendo le mie condizioni, mi ha ricevuta subito, confermando la diagnosi e prescrivendomi una cura specifica.
Ho sentito la Tua mano Signore! perché nell’arco delle ventiquattro ore dalla preghiera di Renata e dall’inizio della cura, che ho iniziato a stare meglio. Signore! io Ti adoro e Ti amo per non avermi abbandonata nei momenti più bui e difficili della mia vita. Voglio ringraziarTi Signore, soprattutto per averci donato un PROFETA ed una mamma come Renata, una donna con un cuore grande, severa, attenta e giusta.
Non potevi scegliere di meglio perché con le sue preghiere ci protegge, ci consiglia, ci guida, ci consola, ci ama e sempre ha una parola di conforto per tutti.
Tanto fa per tutti noi nonostante le sue preoccupazioni e i suoi problemi.
Un grazie va a te Renata! per tutto ciò che per me hai fatto lasciando i tuoi impegni, un grazie va al dottor Piero per la sua disponibilità, la sua gentilezza e per aver capito la mia malattia prescrivendomi una cura specifica inoltre, un grazie affettuoso va a tutte le persone che per me hanno pregato.
Sei grande Signore! Senza Te non so camminare, sei la mia forza, la mia luce.

Nel 2017 Renata, tramite la “parola di conoscenza” mi disse che sarei guarita da una bruttissima infezione al fegato che spesso porta alla cirrosi o al tumore. Devo testimoniare che la profezia si è avverata e io sono guarita, è sparito tutto!
Grazie Signore e grazie a voi che avete pregato per me!

Il giorno 23 marzo 2018 facendo un’ecografia completa all’addome si nota una piccola immagine di mm 0,5 di diametro nel pancreas. Richiedo subito di fare la risonanza a contrasto. Ne parlo con Renata che mi dice di non preoccuparmi che non ci sarebbe stato nulla di cui preoccuparmi. Il giorno 13 giugno 2018 il referto non evidenzia alcun nodulo di rilievo a carico del pancreas! Per questo ringrazio Gesù e Renata che mi ha tranquillizzato.

Lo scorso anno avevo chiesto preghiere per F. una mamma di 4 bimbi piccoli affetta da tumore alla tiroide che al primo controllo dopo l'intervento dava segni di metastasi. Ora confermo che questa giovane mamma è completamente guarita! Grazie Signore Gesù e grazie per le vostre preghiere! Francesca

Sono Emanuela, Faccio testimonianza per mio cugino Davide a cui avevano diagnosticato un tumore (neuroblastoma) al cervello. I medici non hanno dato speranze. E 'stato messo in preghiera al Gruppo di Gesù. Fatte le varie cure a distanza di pochi mesi al successivo controllo, del tumore non c'era più traccia.
Il medico stesso lo ha definito una guarigione miracolosa.
Grazie Gesù, e grazie al Gruppo per le tante preghiere!